Mutui Inpdap

Mutui Inpdap

I mutui Inpdap sono finanziamenti agevolati edilizi riservati ai dipendenti pubblici e pensionati della Pubblica Amministrazione, iscritti da minimo 3 anni al Fondo di Credito gestito dall'INPS. L'iscrizione al fondo deve essere esplicitata attraverso la compulazione di moduli di richiesta:

quindi attenzione, potreste non essere iscritti automaticamente come invece avveniva un tempo. Per verificare l'iscrizione al Fondo di Credito Inpdap controllare che il cedolino della busta paga o della pensione riporti espressamente l'etichetta "Ritenuta fondo credito" con un importo percentuale di 0,35%.

Per completezza, possono aderire al fondo per il finanziamento dei mutui Inpdap, anche dipendenti e pensionati pubblici che abbiano aderito ad altri enti di previdenza sempre che siano stati effettuati i contributi al fondo e ne sia stata data comunicazione all'Istituto.

Si tratta di mutui ipotecari destinati a finanziare l'acquisto della prima casa (e solo di questa) non di lusso.

Vincolo ostativo per questo tipo di mutuo è che nessun familiare deve possedere un immobile entro 250 chilometri dal comune in cui è edificata la casa per la quale viene richiesto il finanziamento.

Inoltre il richiedente del mutuo Inpdap si impegna formalmente a risiedere nella casa oggetto del finanziamento per almeno 5 anni; questo vincolo viene meno nel caso il mutuo venga estinto anticipatamente.

I mutui Inpdap possono essere singoli o cointestati.

Caratteristiche dei Mutui Inpdap

Di seguito elenchiamo le caratteristiche principali dei mutui Inpdap.

Il valore massimo finanziabile dai mutui Inpdap è di 300.000 (trecentomila) euro comprese spettanze accessorie. In ogni caso il mutuo non può superare il 100% del valore di perizia dell'immobile. Il prezzo di acquisto deve essere dichiarato formalmente ed essere superiore all'importo erogato col mutuo. Inoltre la somma delle rate su base annua non può superare la metà del reddito totale fini Irpef del nucleo familiare.

Le durate disponibili vanno da 10 a 30 anni a scatti di 5 anni.

I tassi di interesse dei mutui Inpdap vengono prestabiliti dal CDA dell'istituto e possono essere variabili o fissi.

Come chiarito in seguito oltre al tasso, per il calcolo totale della spesa vanno considerate anche spese di apertura pratica e spese accessorie (anche queste finanziabili con la richiesta di mutuo).

Il criterio più corretto quindi per valutare la convenienza di questi finanziamenti è confrontare gli Indici di Costo Sintetico (ISC).

Mutui Inpdap a Tasso Fisso

Ai mutui Inpdap a tasso fisso viene applicato un tasso di interesse del 3,75% per tutta la durata del mutuo. La restituzione del finanziamento avviene tramite il pagamento di rate semestrali. L'importo erogato ricomprente anche le spese di amministrazione calcolate in base allo 0,5% dell'importo richiesto. Il mutuatario deve accollarsi le spese accessorie legate al rogito del notaio, alle spese di iscrizione ipotecaria e all'estimo dell'immobile.

Mutui Inpdap a Tasso Variabile

Ai mutui Inpdap a tasso variabile viene computato un interesse del 3,50% ma solo per il primo anno. Il tasso varia dalla terza rata in poi che ha come base l'Euribor 6 mesi calcolato su base 360 rilevato il 30 giugno o 31 dicembre del semestre precedente, aumentato di uno spread pari a 90 punti. Come per i mutui a tasso fisso, anche per quelli a tasso variabile vengono conteggiate le spese di amministrazione (sempre pari allo 0,5% della cifra richiesta), e le spese accessorie che sono a carico del richiedente e finanziabili su richiesta.

Banche Convenzionate con l'Inpdap

Le banche convenzionate con l'Inpdap possono erogare mutui con condizioni mediamente più vantaggiose di un mutuo richiesto senza adesione all'Inpdap, stabilite in accordo con l'Istituto.

Quindi per la richiesta di mutui presso gli istitui convenzionati alle condizioni migliori bisogna essere iscritti e in regola come per i mutui erogati direttamente dall'Inpdap.

Lo spread per i mutui a tasso fisso va dallo 0,80% allo 0,90%. Per i mutuii a tasso variabile si può partire dallo 0,75%.

Tra le tipologie di mutui Inpdap un ruolo particolare rivestono i:

Si tratta di finanziamenti rivolti a categorie particolari di potenziali beneficiari. Va segnalato che per l'erogazione dei Mutui Inpdap a Cooperative ed Enti Pubblici le regole sono molto più stringenti e selettive, salvo in caso di calamità (vedi sezioni dedicate per l'elenco dei requisiti ostativi principali).

Per finire questa introduzione ai mutui Inpdap va ricordato che anche questi mutui possono essere surrogati e/o sostituiti a condizioni più vantaggiose (vedere Sostituzione Mutuo Inpdap).

Vedere anche gli approfondimenti su come richiedere il mutuo Inpdap

© 2008-2012 inps-inpdap.it | mutuiinpdap.inps-inpdap.it | chi siamo | contatti | mappa | privacy | disclaimer