Come richiedere il mutuo Inpdap

Come Richiedere Mutuo Inpdap

Per richiedere un mutuo Inpdap è necessario rivolgersi direttamente presso la sede provinciale, di pertinenza dell'immobile per il quale si richiede il finanziamento, dell'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (INPS), che attualmente gestisce i finanziamenti Inpdap.

La richiesta di finanziamento tramite mutuo va inviata con raccomandata con ricevuta di ritorno, assieme a tutta la documentazione correttamente compilata. Sono previsti periodi specifici per l'invio della richiesta di mutuo:

  • da 1 a 10 gennaio
  • da 1 a 10 maggio
  • da 1 a 10 settembre

Attenzione: le domande incomplete o riportanti errori vengono cestinate.

Requisiti per la Richiesta del Mutuo Inpdap

Riepiloghiamo i requisiti necessari per accedere al finanziamento tramite mutuo Inpdap:

  • Il beneficiario deve essere lavoratore dipendente a tempo indeterminato o pensionato iscritto al Fondo di Credito chiamato Gestione Unitaria Autonoma delle Prestazioni Creditizie e Sociali, ed essere in regola coi contributi per almeno 3 anni il richiedente e i familiari non devono possedere altre abitazioni in tutto il territorio nazionale, salvo cai particolari stabiliti da regolamento
  • L'importo richiesto non può superare il valore di estimo dell'immobile
  • Il totale annuo delle rate non può essere maggiore la metà del reddito annuo imponibile complessivo del nucleo familiare

Eseguite queste operazioni preliminari, la domanda di mutuo è automaticamente autorizzata e si entra in lista di attesa. Le richieste di mutui vengono esaudite rispettando la graduatoria in base ai fondi disponibili ogni 4 mesi per la sede provinciale presso la quale è stato richiesto il finanziamento.

Criteri di Assegnazione Mutui Inpdap

I criteri di assegnazione dei mutui Inpdap sono ad es.:

  • La composizione del nucleo familiare
  • Il reddito totale faniliare
  • L'anzianità di iscrizione alla fondo di Gestione Unitaria delle Prestazioni Creditizie e Sociali.

I punteggi per la graduatoria di erogazione dei mutui Inpdap dipendono quindi dal numero di familiari, con particolare riguardo alla presenza di portatori di handicap gravi (quanti più sono i familiari tanti più punti vengono assegnati), al reddito complessivo (quanto minore è il reddito imponibile tanti più punti vengono attribuiti), e all'anzianità di iscrizione al Fondo Crediti (quanto più remota è l'adesione tanti più punti si guadagnano). Questa logia può saltare in occasione di calamità naturali: i comuni colpiti da calamità naturali possono essere favoriti.

Se la domanda non dovesse essere accolta, l'iscritto può presentarla nuovamente nel quadrimestre successivo.

Una volta che la richiesta di mutuo è stata approvata, si viene chiamati a stipulare il contratto. L'erogazione dei fondi viene effettuata entro 45 giorni. Se la richiesta di mutuo non viene approvata, ne viene comunque data comunicazione al richiedente.

Contestualmente alla concessione di mutuo, deve essere stipulata a carico del richiedente una polizza assicurativa (responsabilità civile contro terzi), per un importo minimo di 1.000.000 (un milione) di euro, sulla base del valore stimato dell'immobile.

Il mutuo inpdap viene restituo tramite pagamento di rate con modelli F24 precompilato inviati al mutuatario direttamente dall'Inps (ex gestione Inpdap).

I mutui Inpdap sono dei finanziamenti per la prima casa di tipo ipotecario; ciò significa che prima di erogare il mutuo, l'immobile viene ipotecato a garanzia del finanziamento per un valore pari a due volte il valore del mutuo Inpdap concesso.

Questo comporta al mutuatario i vincoli seguenti:

  • Non è possibile vendere o affitare la casa oggetto del finanziamento tramite mutuo Inpdap prima di cinque anni dall'iscrizione di residenza;
  • In ogni caso non è possibile vendere l'immobile prima dell'estinzione (anche anticipata) del mutuo.
© 2008-2016 inps-inpdap.it | mutuiinpdap.inps-inpdap.it | chi siamo | contatti | mappa | privacy | disclaimer